COCORITI.COM

Portale del pappagallino ondulato

Accessi totali: 3853393
Accessi oggi: 221
Torna all'elenco blog cocorite
Forum cocorite

CocoBlog

- Forum dedicato alle cocorite (pappagallini ondulati)

Anteprima messaggio
Chiudi anteprima
Rispondi alla discussione corrente
Il tuo nome:
Testo della risposta

Inserisci nel post risorsa dal sito:  

Inserisci immagine nel post:   (una sola foto JPG, size massima 250kb)

    
13150
cocoblog
matteo14
COCO ESPERTO
Iscrizione: 10 Mag 2014
Thread aperti:75
Commenti:2346
10/03/2015 19:39

Confronto alimentazione cocorite in natura e in gabbia

Sappiamo tutti che le cocorite "selvatiche" popolano le steppe e le zone semidesertiche austrialiane. Il paesaggio della steppa è caratterizzato da arbusti e immense distese di erbe, tra cui molte graminacee. Ed infatti le graminacee è l'alimento base di una cocorita in natura, essendo prelevantemente granivora. Una cocorita in gabbia è obbligatata a mangiare solamente quello che le forniamo. Per questo molte cocorite nel tempo sviluppano carenze. In natura una cocorita è abituata quindi a cibarsi di una notevole varietà di graminacee a divesi stadi di maturazione (lattiginoso/immaturo-semi maturo-maturo). Per questo fornire una miscela di semi come unico alimento è inadeguato e porterà carenze. Infatti un seme fresco, ancora ricco di acqua, contiene più proteine e fibre e molte più vitamine rispetto un seme secco. Inoltre le miscele che spesso forniamo sono povere, con pochi semi diversi. Ovviamente la loro dieta in natura non sarà composta solo di graminacee e semi immaturi/maturi, ma anche da bacche, frutti da cui estraggano (nel limite dei possibili per il loro becco piccolino) sempre semi. Quindi, anche strappando a pezzi un frutto, per arrivare ai semi, qualche principio attivo dovranno pur assumerlo. Non dimentichiamoci anche l'argilla, infatti spesso in natura l'assumono, anche bevendo nei laghetti fangosi. E anche assumere il calcio, attraverso granaglie/sassolini. Leggo qua sul blog molte volte che nelle cocorite in cattività una buona dieta è basata sulla miscela e poi una varietà di frutte e verdure, citando poco le erbe/spighe di campo. Una cocorita in natura non credo che si nutra di foglie (come quelle delle verdure) se non raramente. Tuttavia le cocorite in cattività si sono adattate a mangiarle, traendo senza dubbi benefici. Ma purtroppo la maggior pare delle frute e verdure che compriamo ai supermercati, anche biologici, sono conservati da gioni, se non da settimane e nei frutti possono essere fatte maturare artificialmente e sverdinate. Quanto offriamo di proprietà quindi con una foglia di cicoria/lattuga? O una fettina di mela? Ultimamente, anche perchè le mie cocorite disdegnano i vegetali comperi, sto riflettendo. Anche nelle città troviamo spazi verdi abbondanti dove cresce ogni ben del cielo. E possiamo paragonare un ramoscello appena colto di centocchio pieno di fiorellini/boccioli a una foglia di lattuga (o quel che sia) del supermercato? Io credo di no!!

Inoltre, tornando all'argomento dei semi, troviamo nei campi una grande varietà di spighe immature. Considerando che in natura le graminacee sono la dieta base, allora credo che sia essenziale fornire almeno 3 volte la settimana delle spighe immature, fresche, appena raccolte. Inoltre, già da ora, si possono trovare tante varietà di spighe diverse, facendo così una specie di miscela ..ma fresca! Non esiste secondo me alimento migliore per una cocorita, una spiga appena colta immatura. Così aggiungiamo alla loro alimentazione semi di diverse maturazioni (immaturi...quelli dei campi) e maturi (quelli della miscela). Aggiungendo l'argilla essicata verde una volta alla settimana nel beverino, grit, osso di seppia, blocco di minerali, come integratori. E se aggiungiamo anche alcune erbe di campo (come centocchio, borsa del pastore, tarassaco), credo che sotto il punto nutrizionale siamo apposto. E anche ogni tanto qualche erbetta aromatica, completerà l'opera. E l'uovo ogni tanto. Invece per quanto riguarda i vegetali...io li limiterei al minimo, salvando il finocchio, carota, mela e pera. La cicoria, bieta, spinaci..sporadicamente..anche perchè ho notato che dopo un po' stancano.

 

Voi cosa ne pensate?

 

Mi scuso se mi sono dilungato, vi lascio con una foto mentre Neve assapora le spighe immature fresche.

 

 

 

Confronto tral'alimentazione dellecocorite in natura e ingabbia, pareri.

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
10/03/2015 21:01

le tue osservazioni sono come sempre molto accurate e valide , matteo14.

In natura le coco si cibano di spighe a diversi stadi di maturazione ma anche di leguminose come erba medica e trifoglio, fiori e erbe spontanee, che è giusto offrire quando è possibile, quindi dalla primavera all'autunno inoltrato(qualcosina si trova anche in inverno, ma ovviamente in quei mesi , i semi secchi saranno la base della loro dieta).

In natura i coco mangiano anche qualche insettino , specialmente se ci sono i pulli nel nido da crescere.

Ci sono pareri contrastanti sulla somministrazione di frutta e verdura raccolta acerba e fatta maturare in casa, per questo poter piantare sul proprio terrazzo o giardino quelle quattro cose necessarie a soddisfare il consumo dei nostri coco almeno in alcuni periodi dell'anno è senz'altro positivo.

Un'altra osservazione riguarda la frutta secca: meglio limitare noci, mandorle e tutto ciò che ha un guscio che non può essere aperto dai pappagallini: se madre natura non ha fornito loro un becco sufficientemente forte per spezzare una noce e mangiarne il frutto al suo interno, significa  che quell'alimento non è adatto alla loro alimentazione.

walter44
COCO SENIOR
Iscrizione: 02 Feb 2015
Thread aperti:15
Commenti:914
10/03/2015 22:09

A proposito degli insetti gli posso dare della cavolo del miele? 

Ely90 utente del mese
COCO JUNIOR
Iscrizione: 24 Ago 2014
Thread aperti:71
Commenti:291
10/03/2015 22:10

Bravo Matteo, bell' articolo.

Io fortunatamente ho un grandissimo orto dove c' è piantato di tutto e proprio stamattina ho offerto loro i broccoletti, colti e mangiati :)

 

Confronto tra
l...

danyjrob Esperta in fitoterapia
COCO MASTER
Iscrizione: 29 Set 2013
Thread aperti:23
Commenti:579
11/03/2015 11:44

Ottime riflessioni Matteo! In un libro che ho a casa ho letto che gli ondulati mangiano in natura circa 110 tipi di semi diversi... quindi le miscele che si trovano in commercio non reggono il paragone. Di solito raggiungono a stento la decina di semi, più spesso si fermano a quei 4-6 tipi, sempre gli stessi. Poi oltre le erbette, i fiori e le bacche, le spighette di diversa maturazione, pezzi di terreno argilloso ricco in minerali, vanno a rosicchiare anche le cortecce e foglie di numerosi alberi e arbusti, prendendo dai rami freschi ancora altre sostanze nutritive. Per questo è appunto tanto importante variare il più possibile la loro alimentazione con tutto ciò che possiamo dare loro che possa dare beneficio. Come dice anche Clo avere in casa o balcone (per chi non ha giardino) qualche piccola coltivazione per i nostri coco è un buon metodo per non fargli mancare nulla in alcune stagioni e al contempo non richiede troppo impegno. La verdura e la frutta freschi di diverso colore si rendono indispensabili per i coco domestici: senza questi non si riuscirebbe a fornire un numero sufficiente di antiossidanti, vitamine e minerali in modo naturale. Anche piantare i semi stessi della miscela in un vasetto e poi fornire le piantine è un valido aiuto in tal senso (quando ero bambina sono state le prime cose che ho piantato, avevo fatto anche un esperimento di scienze botaniche per la scuola), i germogli pure danno un forte sostegno. Infatti a mio avviso non è solo la quantità/qualità ma sopratutto la varietà che ci permette di tenere i pappagallini in salute. Per esempio i miei da quando li ho presi si sono abituati a mangiare più cose fresche rispetto ai semi secchi, sopratutto in estate mentre in inverno tendono a mangiarne meno, sempre cose diverse e non si stancano, stamattina si sono già fatti fuori una foglia di finocchio e stanno ora finendo anche la foglietta del radicchio, questo pomeriggio metterò qualcos'altro, però ho notato che se i vegetali non sono davvero freschi e con sapore non me li gradiscono così tanto (ho la fortuna di avere una cooperativa bio qui vicino e posso dire che le verdure bio prese all'Auchan invece non durano come quelle del negozio Cuore Bio) e poi vanno a periodi di gradimento maggiore verso un particolare vegetale come se sapessero cosa serve di più a loro stessi, bisogna assecondarli. Ovviamente in natura non mangiano cose cotte, quindi è bene non dare prodotti da forno o cose bollite se non in partcolari situazioni tipo per fare un pastoncino occasionale (io sto usando semi tritati con verdure/frutte fresche ed erbette anche per questo ormai, oppure i fiocchi pressati con vegetali essiccati e sminuzzati). Poi non è che in natura mangiano l'osso di seppia però lo diamo per il calcio, è un'alternativa valida sempre naturale, io invece non do i minerali in blocco o in polvere ma piuttosto alghe in piccola quantità e tutto ciò che riesco di vegetali freschi in varietà. Cercare di seguire il più possibile la natura, copiandola tutti i giorni, è la cosa migliore. :-)

matteo14
COCO ESPERTO
Iscrizione: 10 Mag 2014
Thread aperti:75
Commenti:2346
11/03/2015 14:23

Effettivamente le cocorite in natura rosicchiano anche cortecce: ci sono alberi particolarmente adatti da far rosicchiare alle cocorite in questo periodo? La prossima volta che andrò a spighe, raccoglierò allora anche il trifoglio e malva. Per quanto riguarda la miscela povera di semi, credo che si possa ovviare aggiungendo un 2-3% di semi condizionati e un 2% di semi selvatici/prativi.   

 

Per quanto riguarda il piantare nel nostro terrazzo alcune erbe per le nostre cocorite, io ho un vaso pieno di centocchio ricco di capolini con semi maturi e fiori. Ovviamente ogni giorno viene fornito alle mie coco, le quali ne vanno pazze. A breve incomincerò a seminare I semi della miscela, l'anno scorso fornivo le piantine appena nate dalla miscela.

walter44
COCO SENIOR
Iscrizione: 02 Feb 2015
Thread aperti:15
Commenti:914
11/03/2015 19:51

Io per dare verdura e frutta do ogni tipo separato,  ma posso mischiare e darli assieme (per esempio cicoria con trifoglio) o è meglio separati

danyjrob Esperta in fitoterapia
COCO MASTER
Iscrizione: 29 Set 2013
Thread aperti:23
Commenti:579
18/03/2015 19:03

Legni da dare secondo la stagione dei frutti così da dare tutto in modo più completo: vedere nel sito l'elenco dei legni non tossici. In inverno mi piace il corbezzolo, tagliando il ramo con le bacche. 

Per le verdure va bene darle una volta una e una volta l'altra, magari di mattina una e il pomeriggio un'altra. Bietola e spinaci non insieme e non lo stesso giorno con i tipi di cavolo e non con uva, fragola, arance e altre verdure ricche di acido ossalico o vitamina C. Io spesso faccio il tris di vegetali simili, tipo lattuga, radicchio e cicoria insieme oppure duo di mela e pera; carota e zucchina; albicocca e pesca. Pomodori e peperoni rossi mai insieme e non più di una volta a settimana anche se in questo periodo i miei li aprezzano molto, così come la banana che non andrebbe data tutti i giorni. Va sempre bene alternare i vari colori, seguire le stagioni, scegliere cibi non trattati e freschi.

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
18/03/2015 20:43

la banana non tutti i giorni??Innocent e chi glielo dice ora alle mie scimmiette???

ma per un motivo particolare o per la regola generale "poco di tanto"?

matteo14
COCO ESPERTO
Iscrizione: 10 Mag 2014
Thread aperti:75
Commenti:2346
18/03/2015 21:38

Daniela, sei molto fortunata, le mie cocorite sono molto schizziniose, specialmente la femmina. La frutta che mi accettano unicamente è la pera e mela, d'estate anche il melone. Verdura? Non me la mangiano più, solo pochi morsi. Tarassaco? Prima ne andavano matti..ora nemmeno lo guardano. Cicoria non la trovo più ai supermercati. Bieta e spinaci per ora sono gli unici salvi. Per fortuna che ho spazi verdi vicino dove posso trovare diverse graminacee immature, centocchio e borsa del pastore. Per ora le erbe e spighe di campo, escluse qualcune, ne vanno pazze e posso darne sempre fresche al massimo conservate per due gg.

danyjrob Esperta in fitoterapia
COCO MASTER
Iscrizione: 29 Set 2013
Thread aperti:23
Commenti:579
18/03/2015 21:55

Poco di tanto evita infatti di avere squilibri a prescindere, è sempre raccomandabile. La banana ha tanto potassio e sopratutto se ne mangiano ogni volta un quintale (l'ultima volta me ne hanno mangiato mezza fetta spessa 2cm in 15minuti in due, in inverno invece non la guardavano) e sempre in modo troppo ravvicinato non è l'ideale, ma se ne dai poca e insieme ad altro nella stessa giornata e non tutti i giorni no problem. Comunque l'importante è dare cose fresche, se si ha la fortuna di avere campi puliti è fondamentale dare spighe ed erbette, dai che va bene e poi riprovare ogni tanto anche con le altre non sia mai che poi riprendano a mangiare anche altro...

Forum dedicato alle calopsite
Forum dedicato alle calopsite
Forum dedicato agli agapornis
Forum dedicato agli agapornis