Vita da pappagalli
Portale dedicato a tutte le specie di pappagalli

COCORITI.COM

Portale del pappagallino ondulato

Accessi totali: 4869597
Accessi oggi: 218
Ecco le possibilità di prole accoppiando una cocorita femmina Albina con un maschio qualsiasi

Per semplificare la lettura dello schema presente , si tenga presente che

L sta per Lutino
A sta per Ancestrale
B sta per Blu
P. sta per Pezzato Dominante singolo fattore.Le sigle gv e blu accanto a P stanno rispettivamente per giallo-verde e blu.
P.. sta per Pezzato Dominante doppio fattore.Le sigle gv e blu accanto a P stanno rispettivamente per giallo-verde e blu.
Il caso del pezzato recessivo non è stato preso in esame, dato che il comportamento è identico a quello di una maschio ancestrale(nel caso di pezzato giallo/verde) o blu(nel caso di pezzato bianco/blu).
Alb sta per albina
G sta per Grigio

la / a fianco a ogni sigla indica , in piccolo,i caratteri presenti nel genotipo ma non visibili

Il fatto di essere portatore(/) di qualche carattere non visibile va tenuto presente per stimare la mutazione della prole.

Molto spesso il fatto che un genitore sia portatore di un carattere lo si scopre solo vedendo i pulli che genera, quindi questa tabella può essere letta sia dai genitori ai figli, che dai figli ai genitori.


Di ogni coppia , vengono indicati i 4 figli(ognuno quindi va interpretato come il 25% del totale), tranne in alcuni casi in cui la stima è stata effettuata su 8 pulli, vista la variabilità di caratteri in gioco.

La prole è stata anche divisa per sesso, in quanto il fattore ino , è un fattore sesso-legato recessivo, cioè fisicamente presente sul cromosoma sessuale X(pertanto per essere visibile nei maschi, che hanno due cromosomi X, deve essere presente due volte, mentre nelle femmine, ne basta una).
Nella riga contrassegnata con * sono indicati 6 pulli senza specificare il sesso , dato che la combinazione è identica sia per maschi che per femmine, con l\'unica differenza che le femmine non saranno mai portatrici di ino.

Si ricorda inoltre che , benchè il fattore INO sia recessivo, quando presente copre tutte le altre mutazioni( quindi le caratteristiche opale, ala perlata, pezzato ecc)

I colori hanno lo scopo di facilitare il colpo d\'occhio sulla \"cromaticità della prole\"