COCORITI.COM

Portale del pappagallino ondulato

Accessi totali: 3858594
Accessi oggi: 255
Torna all'elenco blog cocorite
Forum cocorite

CocoBlog

- Forum dedicato alle cocorite (pappagallini ondulati)

Anteprima messaggio
Chiudi anteprima
Rispondi alla discussione corrente
Il tuo nome:
Testo della risposta

Inserisci nel post risorsa dal sito:  

Inserisci immagine nel post:   (una sola foto JPG, size massima 250kb)

    
12556
cocoblog
kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
08/01/2015 19:10

uso olio di neem per scabbia

Ho comprato questo https://picasaweb.google.com/lh/photo/p8fCdlbvDH8IcSKAtaMe6g ?feat=directlink, va bene x le coco?

Il mio Squeeky ha il becco un po' rovinato, x 4 giorni gli ho messo olio di oliva , non migliora ne' peggiora ( quando gli ho messo l'olio sembrava a posto)!

Se fosse necessario, anche se il becco lui non l'ha mai avuto perfetto aveva già una riga da una parte,

 come si può usare l'olio di neem se fosse scabbia ( non sembra spugnoso ma come grattato e non muta della cera? (Spero di no, anche xchè faccio attenzione alla pulizia)!

Se riesco metto una foto appena possibile!

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
08/01/2015 21:55

al 2% in olio di oliva(4% se la scabbia è avanzata).

andrebbe associato ad OE antimicrobici, tipo l'olio di timo

Guarda qui c'è una ricetta

Oli Essenziali,rimedi Dolci per i nostri cocoriti

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
08/01/2015 23:32

Grazie Clo! Non riesco a capire cosa è , perchè non è sulla cera ma sul becco specie da un lato ma è difficile da vedere anche perchè è quasi sempre coperto dal piumaggio x cui non sò cosa pensare, poi mi spiace prenderlo x mettergli qualche cosa sul becco se non serve veramente, xchè spavento lui e io mi agito x paura di spaventarlo!

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
09/01/2015 19:01

sono d'accordo con l'ultima affermazione.Prendere un pappagallino non abituato a essere tenuto tra le mani è uno stress enorme,ma se il rapporto danno/beneficio è a favore di quest'ultimo ...si fa!!!  senza una reale utilità, invece meglio pensarci bene!

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
10/01/2015 17:47

Grazie clo! Squeeky rimane stabile, lo tengo sotto controllo, se vedo un minimo peggioramento agisco subito, x ora sembra solo screpolatura e non scabbia, ma io non sono esperta, appena riesco posto foto!

Scusate ancora una cosa, la ricetta l`ho vista, se si usa solo olio di oliva e neem (x la scabbia) insieme non è efficace? Poi x lo spray come si fa'? Con acqua e olio di neem o come? E si può spruzzare su i coco o solo sulle cose?

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
17/01/2015 21:01

l'olio di neem ha proprietà antiparassitarie ma in questo caso la sua azione è sinergica perchè " l'attivo" vero della ricetta è l'OE di timo.

Non serve spruzzare, spennella con un pennellino le croste in maniera molto ma molto precisa(l'olio non deve imbrattare il piumaggio o -peggio- venire ingerito

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
17/01/2015 22:59

Ho continuato con l'olio d'oliva in questi giorni, domani lo lascio tranquillo e poi vediamo come và! Grazie clo dei tuoi consigli, gentilissima come sempre 

Aggiornamento: Ho comprato olio essenziale di timo oltre l' olio di neem puro, come posso comporre la miscela (x scabbia) con olio di oliva con questi altri 2 ingredienti?

Per lo spray invece ho preso la lavanda, il rosmarino non l'ho ancora trovato, io x ora ho usato acqua al 98% e olio di neem, sempre quello puro sciolto al 2% e l'ho spruzzato (l'hanno ben tollerato!), dubbio: va bene usare l'olio puro al posto di quello solubile o devo prendere x forza quello? Come fate l'infuso? Scusate ma non l'ho mai preparato prima! Io non amo molto i medicinali convenzionali (a meno che non siano strettamente necessari) e preferisco usare questi rimedi naturali, se mi aiutate mi fate un grosso favore!

aol65
MODERATORE
Pavia
Iscrizione: 08 Dic 2012
Thread aperti:92
Commenti:5284
20/01/2015 13:40

l'infuso con quali piante? timo? prendi un cucchiaino di timo e lo metti nell'acqua bollente, come per fare un tea o una camomilla. lo lasci in infusione 5 minuti, lo filtri e le metti nel beverino al posto dell'acqua. al max per 2 ore, poi si deteriora. io il timo lo uso secco insieme alla miscela, è un ottimo anti megabatteri in forma preventiva. cosa intendi per olio solubile? nei preparati si usa di solito l'olio vegetale.

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
20/01/2015 15:02

Inanzitutto grazie x aver risposto! Allora mi riferisco alle miscele di cui danyjrob aveva parlato in una discussione sui rimedi naturali x la scabbia e antiparassitario, http://www.cocoriti.com/medicinale-anti-acari.html, volevo sapere se con gli ingredienti in mio possesso posso fare lo stesso, io ho preso l'olio di neem puro raffinato!

aol65
MODERATORE
Pavia
Iscrizione: 08 Dic 2012
Thread aperti:92
Commenti:5284
20/01/2015 15:47

quindi intendi l'olio di neem solubile. prova a cercarlo sul web, in siti come macrolibrarsi, emporioecologico, tuttobio...... sinceramente io non l'ho mai visto. ho sempre visto la formulazione classica. guarda su questo sito: http://www.neemitalia.it/home/olio-di-neem-solubile

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
20/01/2015 15:54

ahhh...ora ho capito perchè chiedevi dello spray....allora , l'olio di neem solubile non sapevo neanche esistesse: comunque in generale, è utile avere in casa il solubol,o altro prodotto equivalente(in farmacia potrebebro avere qualcosa) per solubilizzare l'olio in acqua: anche la sola lecitina di soia dovrebbe funzionare.

Però , visto che gli acari della scabbia vivono prevalentemente in becco e zampe, io farei l'olio oliva+neem+OE da spennellare localmente.In questo modo si minimizza anche il rischio di ingestione.

Se vuoi un prodotto equivalente già formulato, direi che il leucagel sembra fatto apposta:))

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
21/01/2015 10:07

Grazie  il becco và meglio, ha ancora un po' di escrescenze si lati, sono più di 10 giorni che lo stò trattando ( solo una  volta al giorno) x quanto bisogna continuare? Non vorglio stressarlo ancora!

Ho proseguito x altri 6 giorni così, stamattina gli hi messi pomata di vasellina - paraffina! Questa è una foto di ieri

Cosa ne pensate!?

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
26/01/2015 21:08

il becco è senz'altro ancora rovinato anche se non a un livello di guardia.Manca la foto comparativa che mostra la tua cocorita prima della cura. continuerei a trattarla fino a che le crosticine scompaiono del tutto.Puoi fare due giorni si e uno no se è molto stressata.Ricordati di rafforzare il suo sistema immunitario con opportuni fitoterapici: la scabbia non attacca su pappagallini "forti"

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
27/01/2015 10:16

Grazie clo se riesco metto poi un'altra foto! Con la pomata di vasellina sembra molto meglio anche le escrescenze laterali sembrano sparite o molto diminuite! Quali fitoterapici consigli?

clo
ADMIN
Brescia
Iscrizione: 02 Ott 2011
Thread aperti:57
Commenti:7970
27/01/2015 10:35

immunostimolanti....propoli+echinacea.un ottimo prodotto già sapientemente miscelato è l'ORNI-Q

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
28/01/2015 15:10

Grazie clo dove lo trovi? Metto foto aggiornamento, il prima non si vedeva molto ma non era molto diverso dalla prima foto solo un po' più intenso! Foto di oggi

olio di neem e uso

danyjrob Esperta in fitoterapia
COCO MASTER
Iscrizione: 29 Set 2013
Thread aperti:23
Commenti:579
30/01/2015 12:26

Uno spray ANTIACARO si può fare in tanti modi, ecco una semplice ricetta (a dire il vero questa è in assoluto quella più semplice): prendi le foglie secche di neem e fiori secchi di lavanda, un cucchiaino di entrambi per 250ml di acqua (le metti in acqua fredda e porti lentamente a ebollizione, fai bollire 30 secondi e poi spegni, lasci in infusione per 10 minuti e poi filtri, lasci raffreddare)ed è pronto. E' da usare tutto subito, se è troppo ne fai meno, perchè non si conserva. L'alternativa è usare il neem idrosolubile al 2% sempre in acqua (o infuso di lavanda, timo e rosmarino) e anche questo è da usare tutto subito per lo stesso motivo; ricorda che l'olio di neem puro non solubile non si mischia all'acqua, al limite agitando molto il flacone si disperde in microbollicine e se spruzzi immediatamente riesci a nebulizzarlo. Uno spray così come quello di questi 3 tipi lo puoi usare ogni settimana/20 giorni, come prevenzione la cosa migliore è tenere pulita la gabbia lavando oltre al fondo anche posatoi e sbarre ogni settimana e usare lo spray solo all'occorrenza o al limite una volta al mese. Per le infestazioni in atto invece, quando queste sono molto evidenti, va bene un 4% di olio di neem diluito in olio di oliva e olio di cocco e spennellato un giorno si e due no per circa due/tre settimane, gli oli essenziali come anche il timo aiutano ma non sono indispensabili in quanto il neem rende sterili i parassiti che non potendo più riprodursi si eliminano da soli nell'arco di tempo descritto. Anche a me non piacciono le cose chimiche, spero di essere stata utile! E aggiungo, se può servire a tutti saperlo, che l'olio essenziale di timo invece uccide proprio i parassiti e quindi è più indicato nell'infestazione acuta ma va assolutamente solubilizzato (appunto con il solubol) in ragione di 4 gocce di solubol per ogni goccia di olio essenziale di timo, altrimenti non mischiandosi in acqua può essere pericoloso anche a basso dosaggio (metti ad esempio che va tutto insieme in uno spruzzo non va bene). Di paraffina e vasellina se ne può fare benissimo a meno, l'olio di cocco svolge la stessa azione "asfissiante", poi per gli amanti del fai da te posso concludere dicendo che io uso nelle mie preparazioni un emulsionante naturale chiamato gelisucre bio che si trova nei negozi francesi di materie prime cosmetiche, questo serve per legare appunto acqua e olio, si usa a fredddo senza scaldare nulla e non si rovinano neppure i principi attivi sensibili al calore contenuti nelle piante utili. p.s.: nell'ultima fotto è nettamente migliorato! :-)

kris
COCO JUNIOR
Iscrizione: 29 Ago 2014
Thread aperti:18
Commenti:107
30/01/2015 18:09

Grazie danyjrob!

Ro94
COCO JUNIOR
Iscrizione: 19 Gen 2015
Thread aperti:87
Commenti:369
28/04/2015 14:13

Danyrob se utilizzassi il distearato come emulsionante (a caldo però) facessi raffreddare e poi aggiungessi gli oe solubilizzati non nel solubol, ma nell'olio?  Inoltre, gli infusi già fatti... cioè le acque aromatiche (lavanda, timo e rosmarino) possono essere direttamente utilizzate come antiacaro? Poi, al momento ho a disposizione solo pianta di  timo, pianta di rosmarino e oe di lavanda. Pensavo di fare un infuso e di spruzzarlo su gabbia e posatoi...ma poi dovrei lavare tutto, no? (l'infuso ossidandosi non potrebbe far proliferare batteri e simili?)

danyjrob Esperta in fitoterapia
COCO MASTER
Iscrizione: 29 Set 2013
Thread aperti:23
Commenti:579
29/04/2015 23:53

L’emulsionante a caldo una volta raffreddato non emulsiona più altre cose ma rimane così com’è invalidando la possibilità di solubilizzare gli oli essenziali. Nelle creme che hanno una certa consistenza appunto “cremosa” si può aggiungere poi a freddo un olio essenziale e/o un olio vegetale sensibili al calore in modo che questi non vengano alterati nella fase di riscaldamento degli ingredienti però per fare uno spray, quindi molto liquido, l’emulsionante a caldo che non solo avendo bisogno di certe proporzioni non sarebbe in grado di tenere stabile l’emulsione stessa lascerebbe comunque separata ogni altra eventuale aggiunta. Per questo l’emulsionante a freddo che è diverso si usa per le creme spray ovvero per le emulsioni liquide oppure si usa un solubilizzante quando la parte oleosa da sciogliere è poca.

 

Gli infusi sono ottenuti dall’infusione della pianta in acqua calda, le acque aromatiche arrivano dalla distillazione della pianta in corrente di vapore cioè sono lo “scarto” nella produzione dell’olio essenziale e solitamente contengono fino al 2% di olio essenziale stesso. Entrambi possono essere usati per fare lo spray antiacaro come “aiutanti del neem” al quale resta l’efficacia principale. Con le erbe di timo e rosmarino e l’olio essenziale di lavanda che hai tu potresti comunque fare un infuso carino aggiungendo l’O.E. di lavanda a freddo ma solubilizzato appunto con il Solubol, ricordando che un olio non miscelerebbe un altro olio all’acqua. Anziché spruzzarlo e basta sulla gabbia e sui posatoi che poi restando bagnato marcirebbe passalo direttamente con un panno in modo che asciughi subito all’aria:in questo modo i batteri non proliferano e si mantiene l’igiene.

 

Ro94
COCO JUNIOR
Iscrizione: 19 Gen 2015
Thread aperti:87
Commenti:369
30/04/2015 20:47

Grazie danyjrob! Effettivamente non ci avevo pensato che negli spray l'emulsionante a caldo non emulsiona gli oe che sono aggiunti dopo che si è raffreddato!  

Forum dedicato alle calopsite
Forum dedicato alle calopsite
Forum dedicato agli agapornis
Forum dedicato agli agapornis